Conferme e investimenti in nuove direzioni per il mondo HR.

In un’economia globale in continua evoluzione, le strategie di reclutamento e selezione del personale devono tenere il passo con le nuove tendenze di mercato.

Ecco 10 topics di cui parleranno i professionisti HR nel 2020.

1. Intelligenza Artificiale & HR. Se di Intelligenza Artificiale si è iniziato a parlare intensamente già da qualche tempo, il 2019 è stato l’anno in cui i tanti progetti hanno visto piena attuazione. Le applicazioni previste e auspicate per l’IA per il 2020 sono molteplici: ulteriori riduzioni dei tempi di pre-screening dei candidati, completa automazione dei processi di onboarding e maggior utilizzo di chatbot per le prime fasi selezione dei candidati.

2. Employer Branding. Nel 2020 l’Employer Branding sarà portato avanti dalle aziende con maggiore impegno e attenzione. Si prevedono vere e proprie campagne di marketing e branding con l’obiettivo di influenzare l’opinione di clienti e candidati.

3. Smart Working. Lo Smart Working e il lavoro da remoto sono destinati ad aumentare nei prossimi anni. Il dipartimento HR dovrà quindi dotarsi di strumenti e processi adeguati per getire il cambiamento in modo sicuro ed efficiente. In questo nuovo panorama, acquisteranno ancor più valore: l’utilizzo di software in cloud dinamici e strumenti che permettono il tracking delle attività e il monitoring delle performance.

4. Soft Skills. Sono in aumento gli strumenti che permettono l’analisi delle soft skills dei candidati: capacità di stampo cognitivo, relazionale e comunicativo (di cui le nuove generazioni sono spesso deficitarie) che avranno sempre maggior peso rispetto alle competenze tecniche.

5. Digitalizzazione del lavoro. Questo trend HR – a metà tra formazione e benessere – vedrà gli uffici Risorse Umane impegnati a preparare i collaboratori a un mondo del lavoro in cui esseri umani e tecnologia lavoreranno sempre più a stretto contatto.

6. Le risorse umane vengono coinvolte nella strategia. L’utilizzo di software HR per automatizzare parte del processo liberano gli HR dallo svolgimento di mansioni ripetitive e a basso valore aggiunto, conferisce così ai responsabili delle risorse umane (e al loro tempo) un maggior valore strategico.

7. L’importanza strategica dei dati. I dipartimenti delle risorse umane hanno ora a disposizione una mole incredibile di informazioni (dati demografici dei dipendenti, dati sulle assunzioni, KPI delle prestazioni, ecc..). Diventa quindi fondamentale possedere strumenti adeguati per la raccolta, la gestione e l’elaborazione di tali dati, al fine di poter costruire al meglio una strategia solida e verificata.

8. Apertura a mercati globali. La globalizzazione porterà a una forza lavoro sempre più diversificata e interconnessa – l’apertura a mercati globali implica la necessità di adottare soluzioni internazionali che permettano di superare le barriere linguistiche e sfruttare al meglio le enormi potenzialità dei nuovi mercati.

9. Contenuti digitali mobile. Nel 2020, per le aziende sarà fondamentale investire in formazione se vogliono restare competitive. Per vincere una delle principali resistenze avanzate dai dipendenti – ovvero la mancanza di tempo – dovranno mettere a disposizione contenuti digitali, fruibili da ovunque anche e soprattutto attraverso dispositivi mobile come smartphone e tablet.

10. Fatturazione elettronica e gestione dei salari. Se in altri ambiti della gestione HR la maggior parte delle aziende utilizza ormai moderni software in cloud, per la gestione dei salari sono ancora in molte ad affidarsi a più vecchi sistemi on premise.

Per il 2020, sono previsti grossi investimenti in ambito amministrativo con l’obiettivo di garantire ai dipendenti vantaggi concreti, come una maggiore trasparenza del flusso di informazioni, sicurezza verificata dei dati e la possibilità di visionare i documenti personali in totale garanzia.