13/04/2016

La Commissione dell'economia e dei tributi degli Stati propone di aumentare le sanzioni da 5000 a 30.000 franchi

immagine

© Crinari

BERNA - Sanzioni più severe per chi impiega lavoratori distaccati praticando dumping salariale. Seguendo il Consiglio nazionale, la Commissione dell'economia e dei tributi degli Stati ha proposto, con 11 voti contro 2, di aumentare le multe da 5000 a 30.000 franchi. Secondo la maggioranza, l'attuale prassi non è abbastanza dissuasiva, indica una nota odierna dei servizi del Parlamento.

La commissione ha tuttavia deciso, con 5 voti a 3, di sospendere l'esame della legge sui lavoratori distaccati. Un progetto del Consiglio federale che mira a facilitare la proroga dei contratti normali di lavoro (CNL) che fissano salari minimi, è attualmente allo studio da parte della omologa commissione del Nazionale.

Sarà discusso nel quadro dell'applicazione dell'iniziativa contro l'immigrazione di massa. La commissione degli Stati se ne occuperà una volta che il Consiglio nazionale si sarà pronunciato.

Tutte le informazioni sul mercato del lavoro e sull'economia le trovi sul nostro sito web http://www.corriere.ch/economia